Webshit

  • haneke
    Haneke Blue Ball Machine
    Posted in: Webshit

    Ci puoi passare le ore Si rimane stupidamente incantati da questa strana creazione a metà tra pagina web e screensaver. Haneke.net è senza capo ne coda, si ripete all’infinito ma non puoi fare a meno di scegliere una delle tante palline blu e seguirla. Non è un gioco, non è un indovinello visivo, è semplicemente […]

  • beesandbombs
    Bees and Bombs
    Posted in: Webshit

    Avete presente quel ronzio molesto che quando te ne stai steso sul prato puntualmente si avvicina minaccioso? Bees and Bombs è la stessa cosa, ma invece del suono ci infastidisce con loop visivi intrippanti.   Cercando la buona vecchia Gif della settimana per la nostra homepage ci siamo imbattuti in un tumblr di un tipo che […]

  • gene005b
    BioDidac
    Posted in: Webshit

    Potrebbe risultare orrido E invece per noi è semplicemente una figata. Una banca dati di immagini, la maggior parte delle quali  in bianco e nero, deputata all’insegnamento della biologia. BioDidac ci regala illustrazioni di animali sezionati, sbudellati e spellati. Ma non solo anche batteri, virus, funghi, piante, tessuti e organismi di ogni genere e tipo (compresi […]

  • medieval-book20
    Medieval Doodles
    Posted in: Webshit

    Curioso Vagabondando online ci siamo imbattuti nel sito di uno storico Olandese che si occupa esclusivamente di libri e volumi Medioevali; vista la nostra passione per i libri e la calligrafia abbiamo voluto dare un’occhiata più approfondita. E’ così che abbiamo scoperto gli scarabocchi medioevali.   Erik Kwakkel, docente di Storia dei Libri Medioevali all’Università di Leida ha […]

  • living dead covers
    Living dead covers
    Posted in: Webshit

    Arieccoci. Con le nostre peregrinazioni nel web abbiamo sgamato l’ennesimo sito/blog inutilmente interessante. Living dead covers è un blog che raccoglie una collezione di libri le cui copertine sono state accuratamente scansionate e pubblicate online da un certo Jorge Silva; un tizio portoghese con un’invidiabile libreria composta da 336 volumi vecchi e a volte sconosciuti, ma dalle copertine strabilianti. […]

  • spec1
    Transparent Speciments
    Posted in: Webshit

    No non sei sotto LSD. Si sono animali, o meglio erano animali. Ora sono degli esemplari di laboratorio in vendita perché FICHISSIMI. Lo scienziato Giapponese Iori Tomita ha sviluppato una tecnica di ricerca che rende trasparenti i tessuti degli animali attraverso un processo enzimatico: le proteine diventano trasparenti e ossa e cartilagini si colorano.   […]

  • cops2
    Cops and Nobbers
    Posted in: Webshit

    Cops and Nobbers abbiamo proprio dovuto segnalarvelo, d’obbligo. Se tu passi le tue giornate a photoshoppare nerchie in mano alle guardie hai tutta la nostra stima. In più l’autore istiga alla delinquenza con un bel bottoncino “Submit” cioè: mandaci anche tu le tue opere di fotoritocco del cazzo (è proprio il caso di dirlo). Ora […]

  • tg5
    Truth Graph
    Posted in: Webshit

    Condividendo Humor con l’aiuto delle assi X e Y Truth Graphs è sitarello semplice ma efficace: una serie di grafici grezzi ma estremamente veritieri che illustrano alcune massime dell’esistenza. Suggeriamo una visitina veloce per farsi quattro risate e riconoscersi in alcuni, se non la maggior parte, dei grafici inseriti nel sito. Di seguito i nostri preferiti.   […]

  • abandoned places berlin
    Abanoned Places
    Posted in: Webshit

    Il bello del web è che a volte ci sono persone strane, in fissa con cose strane, che mettono su siti e blog strani. Uno dei trend strani di questi ultimi anni è la fissa per luoghi abbandonati. Luoghi che in una società consumistica come la nostra non mancano mai, ce ne sono di tutti i […]

  • wayfarbeyond
    Way far beyond
    Posted in: Webshit

    Way far Beyond Non è altro che un Tumblr che raccoglie le fotografie di vari utenti, unico obbligo per chi desideri contribuire è che la foto ritragga qualcuno di spalle che cammina lungo un sentiero e/o uno spazio.   La metafora, molto Sturm und Drang, funziona benissimo con il linguaggio della fotografia rispetto a quello della pittura che […]